Quale sarà la rivoluzione social di quest’anno?

Qual è la rivoluzione social di quest’anno? Abbiamo tradotto per voi alcuni punti fondamentali riportati da Hootsuite.

Abbiamo realizzato più di 30 interviste, sondando oltre 3.100 esperti di marketing per identificare cinque precisi trend in ambito social a livello globale per il 2020. Il report ha preso in esame la crescita delle nuove piattaforme, il modo in cui i marketer oggi utilizzano e misurano i social network e i nuovi modi in cui la partecipazione al social customer engagement possa garantire partnership forti e una maggiore redditività.

 

 

I marchi trovano un equilibrio tra impegno/engagement pubblico e privato

Il 52% di tutte le scoperte dei marchi avviene ancora sui canali pubblici. La scoperta, la comunicazione pubblica e l’acquisizione di clienti sono i ancora pilastri fondamentali degli schemi di gioco dei brand sui feed pubblici. 

“Il futuro è il privato”, ha dichiarato nel 2019 Mark Zuckerberg, rivelando la visione di voler fondere Messenger, Instagram e WhatsApp per soddisfare la crescente esigenza dei consumatori a livello globale di esperienze social più intime. La visione di Zuckerberg si inserisce nel contesto di un progressivo rinnovamento in ambito social, volto a mettere sotto i riflettori i canali privati e, contemporaneamente, a sollecitare i marchi ad adeguarsi rapidamente.

Sia chiaro che durante questo passaggio al privato, il feed pubblico non viene messo del tutto da parte. L’ascesa di TikTok e IGTV – e la continua crescita di Twitter – dimostrano che la creazione di percorsi per la fruizione pubblica di contenuti resta comunque un elemento fondamentale per i social. I dati confermano questo trend: abbiamo riscontrato che la scoperta del marchio e l’acquisizione dei clienti sono in continua crescita sui feed pubblici.

Nel 2020, il fattore chiave sarà la ricerca dell’equilibrio. I marchi devono ampliare il loro raggio d’azione utilizzando il loro feed pubblico, mentre i canali privati devono concentrarsi sul coinvolgimento individuale e su rapporti più profondi con i clienti.

 

Punto 1. Usate i feed pubblici per aumentare il vostro raggio d’azione

Usate i feed pubblici per creare la vostra brand awareness e stimolare la scoperta presso il grande pubblico.

Non basatevi strutturalmente solo sul social – puntate sulla pubblicità sociale e sull’influencer marketing per aumentare il vostro raggio d’azione.

 

Punto 2. Offrite valore nei canali privati.

La gente va sui canali privati per evitare i feed pubblici chiassosi e impersonali.
Fissatevi un obiettivo chiaro per interagire personalmente sui canali privati e assicuratevi che ogni conversazione abbia un valore aggiunto.

 

Punto 3. Automatizzate le operazioni semplici.

Usate un misto di automazione e contatto umano per instaurare relazioni profonde sui canali privati.

I bot sono la soluzione migliore per gestire le richieste più comuni della clientela, ma delle conversazioni più articolate e complesse devono comunque occuparsene le persone reali.

 

Per leggere il report completo clicca qui